Laura Bessega

Founder

Il primo incontro con la fotografia avviene nella mia adolescenza e ha le fattezze di un amico di mio padre, un omino esile e magro, che, tornato da un viaggio dove aveva conosciuto Madre Teresa di Calcutta, si insedia sul nostro divano e per la prima volta, con i suoi racconti e le sue immagini, mi fa viaggiare davvero. Successivamente rientro nei ranghi, studio ingegneria, faccio diverse esperienze lavorative. La fotografia vera e propria arriva molto più tardi, complice il mio primo lungo viaggio da sola tra le terre colorate del Perù e della Bolivia. Un viaggio intenso, spirituale, ricco di incontri. E proprio in uno di questi, uno sciamano mi dice che diventerò fotografa. La cosa lì per lì mi fa sorridere, ma rientro in Italia e poco dopo, ancora un po’ incredula, inizio a lavorare come assistente prima e collaboratrice poi della fotografa brasiliana Monica Silva.

La fotografia cambia la mia prospettiva e mi insegna a guardare quando di solito, come dicono gli inglesi, people look but they don’t see.

Le mia passione per le immagini, la cucina e la comunicazione confluisce nella realizzazione di uno speciale per Il Fatto Quotidiano, sezione web.

Dai colori della tavola ai colori della gente, inizio un progetto a quattro mani sull’immigrazione dal titolo Boundless che mi porta in giro per l’Italia. Seguono varie esposizioni tra cui a Bologna nel Cortile D’onore di Palazzo D’Accursio e a Bruxelles al Parlamento Europeo. Prossima tappa la Biennale di Fine Art e Fotografia Documentaristica di Berlino, agosto 2016. L’ultimo incontro è con i ragazzi di Bostick, gruppo con cui ora lavoro.

*I Suoi Post

Design & Moda

Lo Spazio b5 apre le porte al Cile. La cultura e la moda Aymara arrivano a Bologna

04-12-2020
Di Laura Bessega

C’è un posto a Bologna dove si vendono oggetti che raccontano storie, progetti, culture. Nei vicoli vicino alla conosciutissima finestra di via Piella, lo Spazio b5 con i suoi due piani, negozio e galleria, ha…

Design & Moda

A Natale Io Scelgo Handmade, le guide della redazione. I 5 oggetti “eclettici” scelti da Laura

30-11-2020
Di Laura Bessega

Oggi ci muoviamo un po’ a zig zag per la città senza seguire una linea precisa, lasciando spazio alle suggestioni. Non avete voglia di correre da un negozio all’altro per scegliere un regalo? Ok. Ma…

(A) Spasso - cosa fare in cittàVisual

“Oggi il femminismo è pop”. Arriva il festival “Fucsia”, tra mostre fotografiche, film e talk

19-09-2020
Di Laura Bessega

Fucsia è un colore che prende il nome dall’omonima pianta (Fuchsia) che cresce nell’area montana dell’America centro meridionale. È una tinta tipicamente femminile, ma non è sempre stato così. Nel secolo scorso veniva usata per…

(A) Spasso - cosa fare in cittàVisual

“All’inizio ho avuto paura di raccontare questa storia”. L’Agnello di Mario Piredda

08-09-2020
Di Laura Bessega

Un estratto preso da un rapporto della Cia degli anni sessanta a proposito della Sardegna e dei sardi diceva: “una sorta di ponte libero, ettari ed ettari non cari, quasi spopolati ma abitati da gente,…

(A) Spasso - cosa fare in cittàVisual

Amazonas. Una fotografa e una violinista per due settimane nella foresta amazzonica

03-09-2020
Di Laura Bessega

Immaginate di essere miopi. Immaginate di non vedere il verde dei prati e delle foglie ma solo un paio di colori. Immaginate di avere una visione più ampia, grandangolare e che le vostre prospettive cambino…

(A) Spasso - cosa fare in cittàEventi

Strage di Bologna. Tutti gli appuntamenti, tra cinema, incontri, progetti multimediali e una “maratona social”

29-07-2020
Di Laura Bessega

Tutto ciò che esiste nell’universo è frutto del caso e della necessità. Lo diceva quasi 2500 anni fa Democrito, filosofo della Grecia antica, che insieme a Leucippo fondò l’atomismo e che, per alcuni pensieri straordinariamente…