(A) Spasso - cosa fare in cittàTrend

Live e dj set, ombrelloni e sdraio in un ostello. Le serate tropicali di Playa Bologna

19-06-2018

Di Elena Ghini

Live e dj set, ombrelloni e sdraio in un ostello. Le serate tropicali di Playa Bologna

Amache, ombrelloni, sdraio vintage, un’area con la sabbia, happy hour.

Non siamo al mare ma nel giardino dell’ostello We Bologna che propone tutti i giovedì concerti live a partire dalle 19 fino a settembre.

Si chiama ‘Playa Bologna’ il nuovo format che mira a “creare una piccola oasi di relax, con un’atmosfera distesa e soft per staccare, anche solo per una serata, dalla dimensione urbana. Per assaporare il gusto del viaggio e delle vacanze pur restando in città – mi racconta Fabrizia Calda, responsabile del progetto – Vogliamo che l’ostello sia uno spazio aperto alla città, un luogo in cui viaggiatori da tutto il mondo incontrano i residenti. Questo permette da un lato ai turisti di vivere l’energia della città, dall’altro ai locali di respirare un’atmosfera internazionale e multiculturale. Siamo molto felici che la proposta abbia avuto il patrocinio del Quartiere Navile e sia entrata nel calendario di eventi Bologna Estate promosso dal Comune”.

Quando ha aperto a Bologna l’ostello?

“Abbiamo inaugurato nel settembre 2015. Il progetto è nato dal recupero dell’ex-Ferrhotel, un immobile che era in stato di abbandono da diversi anni e che ospitava case-alloggio per i ferrovieri. La struttura ha camere doppie e quadruple destinate a ostello e studentato e offre grandi spazi comuni per gli ospiti. I Giovedì all’ostello sono nati l’anno scorso, si trattava sempre di eventi musicali in cui abbiamo cercato di valorizzare band emergenti e locali.

We Bologna fa parte del progetto di riqualificazione del quartiere Bolognina?

“Sì, è un progetto che sta contribuendo a ridare vita a un pezzo del quartiere ancora poco servito. Ogni giorno c’è un viavai di giovani, studenti e viaggiatori che vivono o sono di passaggio nella nostra struttura, che oltre a socializzare fra di loro entrano in contatto anche con i residenti della via. Con gli eventi estivi, inoltre, vogliamo offrire una proposta musicale e culturale che arricchisca l’offerta già presente in Bolognina e creare delle occasioni di aggregazione sociale in quartiere”.

La posizione dell’ostello non è centrale. Siete penalizzati da questo?

“In parte sì, soprattutto perché d’estate a Bologna ci sono tante iniziative in zone più centrali e accessibili. Dalla nostra abbiamo però il fatto di essere in un’area molto tranquilla e lontana dal caos. E anche se non siamo in pieno centro è sempre più aperta e vissuta dalle giovani generazioni”.

Vi segnaliamo la cumbia dei Matu y Pandilla giovedì 21 e Lovesick Duo il 28. Ma anche i fratelli Grella 19 luglio con Spacca il Silenzio, un progetto folk rock dall’energia contagiosa.

Il programma completo lo trovate qui.

Condividi questo articolo