Trend

Wise Mind Place, il primo e-commerce delle idee

22-12-2018

Di Valentina Fabbri

Wise Mind Place, il primo e-commerce delle idee

Funziona così. Ti registri, crei la tua bacheca per presentare la tua idea e farla conoscere ad un pubblico di settore e a possibili finanziatori, mantenendo la massima tutela della tua proprietà intellettuale.

Questo è Wisemindplace, il primo e-commerce in assoluto di beni immateriali, esistente in Italia e nel mondo che comprende una grande varietà di servizi. Una piattaforma online dedicata alle invenzioni, ideata e fondata da Jessica Abbuonandi, giovane imprenditrice bolognese.

La logica è quella dei social applicata all’ambito delle proprietà intellettuali, mi spiega Jessica. “Ho creato un network accessibile dove la community interessata allo sviluppo di di nuovi progetti industriali, può incontrare nuove idee e persone. Gli inventori di tutto il mondo possono mettersi in rete, registrandosi gratuitamente e creare la propria bacheca all’interno di un’unica piattaforma”.

Una delle novità esclusive è la garanzia totale della sicurezza della proprietà intellettuale, durante tutto il percorso, tramite una speciale marcatura temporale, con riconoscimento come autori dell’idea, che si attiva legalmente nel momento in cui viene richiesta all’interno della bacheca.

Jessica Abbuonandi

“Prima di diventare pubblica, la bacheca viene controllata da noi affinché tutti i dati e tutte le tutele necessarie siano impeccabili. – continua – Una volta definito il tutto, il diritto di autore viene certificato a tutti gli effetti, unendo i proprietari dell’opera, all’opera registrata. Terminato questo iter, gli utenti possono condividere, finanziare e mettere in vendita le proprie invenzioni, assicurandosi la massima tutela della proprietà intellettuale, che spesso e volentieri, durante la mia esperienza lavorativa passata, ho trovato carente ed incompleta”.

Questa piattaforma è quindi utile sia per chi ha già un brevetto o intende richiederlo, sia per chi non lo possiede o è in attesa di ottenerlo, perché può essere utilizzata sia come strumento di riprova legale del momento in cui l’autore ha concepito l’idea e l’ha pubblicata, sia come primo strumento di tutela in attesa degli atti ufficiali tradizionali.

“Il nome dell’e-commerce e l’intero progetto sono frutto di grande determinazione e lavoro di squadra presenti, fin dagli inizi, all’interno della nostra equipe. – conclude Jessica – Vado molto fiera della scelta concettuale del nome Wise Mind Place, perché fa riferimento sia al mio lato creativo ed artistico, che al concetto di responsabilità e saggezza che mi appartengono e vanno a fondersi con la parte più leggera e ribelle di me. Racchiude l’essenza di ciò che sono io, e che siamo come team operativo, e del progetto stesso”.

Condividi questo articolo