Design & Moda

Un ritaglio di carta della Divina Commedia, il messaggio lo scegliete voi. I gioielli di Parole in bolla

01-04-2021

Di Matilde Govoni

Bolle di vetro soffiato con all’interno diversi messaggi scritti a mano. Un’idea originale che ha dato vita a un brand: Parole in Bolla.

Susan Mohamed con un certo entusiasmo, che intravedo nonostante la mascherina, mi mostra le sue creazioni.

Collane, orecchini, bracciali e anelli rigorosamente handmade. Una linea di accessori di design in cui ogni oggetto è unico e personalizzato.

Giromondo | Foto di Melissa Cecchini

Parole in bolla nasce di notte in un periodo difficile e indimenticabile della vita di Susan, quando si trova ad affrontare la malattia della madre.

Faticava a dormire e così decise di dedicare il suo tempo alla ricerca, a leggere, a cucire, a dipingere e a creare. Si sentiva dentro una bolla, sospesa, in attesa di trovare la strada giusta da intraprendere. E proprio nelle sue ricerche ritrova uno spiraglio: una vecchia edizione ingiallita della Divina Commedia in uno scatolone di libri. Decide di inserire quelle pagine all’interno delle sue bolle, in particolare ritaglia frasi del paradiso.

«Avevano un sapore romantico, non potevo non impossessarmene» mi confida Susan.

Modello Ètoiles | Foto di Vanessa Illi

Decide anche di personalizzare le frasi da scrivere sulla carta di questa vecchia edizione: il messaggio lo decidete voi, Susan lo trascriverà a mano. Infatti ogni creazione di Paroleinbolla è definita “un accessorio con l’anima” perché c’è sempre la componente umana, dettata dalla richiesta del cliente che decide cosa scrivere o cosa incidere. Ogni cosa che fa ha un significato ed è fatto con amore, nulla è lasciato al caso. Neanche il packaging che è realizzato in cotone organico stampato a mano.

Modello Ally

Mamma, moglie, grafica e creativa. Susan è riuscita a ritagliarsi la sua bolla di tempo per coltivare la sua passione. Nel 2019 decide di lanciare l’e-commerce con un forte messaggio: «Siamo abituati ad avere tutto subito, ma per un prodotto artigianale l’attesa è più che giustificata».

Modello Ètoiles | Foto di Vanessa Illi

La sua passione per la natura l’ha portata a creare la linea Botanica Fantastica in cui ha iniziato a interfacciarsi con la cera persa, una delle tecniche orafe più nobili. Il primo accessorio che ha realizzato è stato un anello a forma di melograno.

«Per me melograno è una parola magica, evocativa; unisce due frutti della natura così buoni e potenti: la mela e il grano».

Melograno, collezione Botanica fantastica | Foto di Melissa Cecchini

È un gioiello “lento” che richiede quasi due settimane per essere realizzato: «La forma viene scolpita nella cera e messa in uno stampo – spiega Susan – Si cola il metallo fuso che scioglie la cera e riempie lo spazio. Quando si solidifica resta il gioiello scolpito. Un lungo lavoro di ripulitura e lucidatura restituisce un pezzo come lo si era disegnato».

La cera persa rende i gioielli delle piccole opere d’arte, uniche e diverse tutte le volte.

Lumaca, collezione Botanica fantastica

Condividi questo articolo