Design & ModaIn Evidenza

“Voglio essere il tuo ex”, “Voglio solo limonare”, a Sanremo. “Lo Stato Sociale” indossa le T-shirt di “The Park”

05-02-2018

Di Bruna Orlandi

“Voglio essere il tuo ex”, “Voglio solo limonare”, a Sanremo. “Lo Stato Sociale” indossa le T-shirt di “The Park”

Parte il conto alla rovescia per l’evento mediatico nazional-popolare per eccellenza, che da ben sessantotto anni intrattiene gli italiani con pettegolezzi bollenti, giudizi infuocati, critiche sui milionari cachet dei conduttori ma soprattutto, argomento su cui le riviste di gossip spendono “fiumi di parole”, gli abiti delle presentatrici.

Tutti giurano solennemente di non guardarlo, ma le percentuali di share dicono il contrario.

Mi riferisco ovviamente al Festival di Sanremo il cui volto femminile del 2018, ma soprattutto sedere rinomatissimo, è quello di Michelle Hunziker.

Ad interessare noi di About non sono certamente i suoi outfit ma quelli della band bolognese “Lo Stato Sociale”, che per la prima volta quest’anno debutta sul palco dell’Ariston con il brano “Una vita in vacanza”. 

Le loro t-shirt, infatti, sono prodotte da “The Park”, studio di grafica nonché vero e proprio laboratorio artigianale, in cui il titolare Gianluca Modica, grafico da oltre quindici anni, realizza tutto manualmente, utilizzando la tecnica della serigrafia, colori a base d’acqua non tossici e cotone di buona qualità.

Gianluca non è certamente nuovo al mondo della musica, tanto che agli esordi produceva magliette per la sua band Ofeliadorme, tuttora attiva nel panorama musicale, ma di cui non fa più parte. Man mano, infatti, si è appassionato a tale attività, in molti hanno iniziato a interessarsi e a richiedere le sue magliette e così ne ha fatto un mestiere, avviando la sua serigrafia.

“The Park” realizza principalmente grafiche per cd e merchandising per varie band e la sua forza non è la vendita al dettaglio, ma il lavoro per commissione così come è accaduto con “Lo Stato Sociale”.

Come li hai conosciuti? 

“Essendo stato nel settore musicale, conosco la band da molto tempo e collaboro con loro e la loro etichetta Garrincha Dischi, da parecchi anni. Ogni tanto mi chiedono delle nuove grafiche o delle nuove stampe, come in questo caso”.

Come è nata l’idea delle magliette?

Riprendono quelle che la band indossava all’inizio della carriera, in occasione del primo tour. Non è una novità: sono tornati alle origini. Sono delle t-shirt che riportano delle scritte già utilizzate in passato e a cui ora ne sono state aggiunte altre”.

Mi puoi fare qualche esempio di scritta?

Sì: Voglio essere il tuo ex, Voglio solo limonare”.

Carine! Come le hai realizzate?

Sono tutte disegnate a mano, è una sorta di stampa serigrafica fatta a casa. Ne ho fatte circa una cinquantina, probabilmente qualcuna è per lo staff. A Sanremo ognuno di loro indosserà una t-shirt diversa ogni giorno e questo vuol dire che non comparirà mai la stessa t-shirt. Loro sono abbastanza imprevedibili e non è neanche sicuro che si presentino sul palco da soli. Magari ci sarà qualcuno che li accompagnerà”.

Lo guarderai quest’anno Sanremo?

Sorride.

Sorrido anch’io. Sì o no?

Non rispondo. Sì dai, lo guarderò”.

La serigrafia “The Park” si è da poco trasferita nello spazio in cui si trovano il vivace vivaio urbano “Senape” e la libreria Lgbt “Igor”, in via Santa Croce 10. Tre realtà riunite sotto il nome “F.I.C.A”, ovvero Fabbrica Italiana Culture Assortite. Buona alternativa a Sanremo se si ha voglia di curiosare tra piante, buoni libri o bere una birra. Ma solo sino alle 22.

Condividi questo articolo