...E Altre Storie(A) Spasso - cosa fare in città

#iodisegnoacasa, il contest che trasforma Bologna in un grande puzzle. Disegna la città e aiuta i nostri ospedali

03-04-2020

Di Valentina Fabbri
Foto di beatrice belletti

Immaginate Bologna trasformata in un grande puzzle. Immaginate di ingannare le ore di quarantena a casa giocando con chi vi sta accanto, naturalmente se avete la fortunata di condividere casa con qualcuno.

Bologna Games, società fondata da Jacopo Zucchelli e Alessandro Roversi, due giovani concittadini che hanno già creato due giochi, Bolognando e Va mo lá! per farci conoscere gli aspetti più divertenti e curiosi di Bologna, si sono inventati un nuovo modo per intrattenerci.

Del resto, se la nostra libertà fisica verrà limitata per un certo periodo di tempo per più che legittimi motivi, perchè porre un limite alla nostra ludica creatività? Perché non gareggiare disegnando a casa?

Abbiamo deciso di lanciare un contest, #iodisegnoacasa, invitando tutti i bolognesi a dare sfogo alla loro fantasia e abilità creativa, inviandoci un disegno della grandezza massima di un foglio A4, che abbia come tema la città di Bologna. Entro e non oltre il 24 di aprile, ognuno potrà inviarci un disegno che rappresenta una veduta d’insieme della città, momenti di quotidianità bolognese o di singoli monumenti” ci ha spiegato Jacopo. E siccome abbiamo tutti molto più tempo per pensare ma molto meno per camminare, possiamo sfruttare questa occasione per immaginare e disegnare quei posti in cui ci piacerebbe rilassarci, fare una pausa al sole, le strade della nostra città, gli scorci dei palazzi e i loro giardini fioriti, quei portici che ci hanno protetto mille volte dalla pioggia e che tanti ci invidiano per la loro bellezza…

Non ci sono molti vincoli: potete disegnare su carta, tela o altri materiali, in bianco e nero o a colori, utilizzando matite, penne, acquarello, olio, pastelli.

Ciascuno di voi potrà partecipare con un solo disegno, fotografandolo ed inviandolo al nostro indirizzo mail info@bolognagames.it , o pubblicandolo sul proprio feed di Facebook o Instagram taggando il nostro profilo Instagram @bolognando e usando l’hashtag #iodisegnoacasa”. Queste sono le regole che hanno specificato Jacopo e Alessandro.

Entro il 1 maggio una giuria valuterà le fotografie inviate e deciderà quali parteciperanno alla votazione sui social network, che si terrà dal 2 al 9 maggio.

Se arriveranno almeno 100 disegni, quello più votato per maggior numero di like, diventerà l’immagine di un puzzle di circa 1000 pezzi che Bologna Games metterà in produzione.

Se arriveranno almeno 1000 disegni, tutti insieme andranno a formare un grande puzzle di Bologna che avrà come immagine le Due Torri, e sarà messo in produzione da Bologna Games.

Lo scopo non è solo quello di incentivare il divertimento ma anche di agire per una nobile causa perché doneremo tutto il ricavato della vendita del puzzle agli istituti sanitari di Bologna ed enti collegati che stanno affrontando l’emergenza Coronavirus”.

Troverete tutte le regole del contest sul sito www.bolognagames.it . Il vincitore numero 1, quindi quello che avrà fatto il disegno più bello, sarà avvisato via e-mail e il suo disegno sarà acquistato da Bologna Games per la cifra di 750 euro.

Inoltre i primi 10 vincitori del contest riceveranno in regalo una copia dei giochi Va mo là! (dal decimo al quinto posto) e una copia di Bolognando (dal quarto al primo posto). Anche questi giochi potranno aiutarvi a rendere questa quarantena un po’ più dolce e a distrarvi.

Va mo là è un vero e proprio memo su Bologna, creato per i bambini a partire da 4 anni, ma valido anche per gli adulti. Le tessere raccontano la storia di Bologna, i suoi personaggi, i luoghi, i modi di dire e le usanze più particolari e meno conosciute della città. Contiene anche un libretto dello scrittore bolognese Eros Drusiani che racconta persone ed luoghi disegnati sulle carte in maniera dettagliata e divertente unendo il sapere di diverse generazioni, tra cultura e momento ludico. “Anche tramite la vendita di questo gioco, abbiamo deciso di sostenere due iniziative importantissime per la città a cui teniamo molto: Ageop Ricerca e la candidatura Unesco dei portici di Bologna. Vista la difficoltà del periodo, potete acquistare sia Va mo là! che Bolognando sul nostro sito con consegna garantita solo nei comuni di Bologna, San Lazzaro, Casalecchio, Villanova di Castenaso, Borgo Panigale e Quarto Inferiore”.

A questo punto, non vi resta che armarvi di penna o matita e sbizzarrirvi. E se proprio non sapete disegnare, avete comunque un’alternativa: i giochi li potete fare in casa o anche on line durante una call con gli amici.

Perciò, state a casa e mettetevi comodi.